Tu che guardi il mondo

Scheda dell’opera

Titolo: Tu che guardi il mondo

Tecnica: Pezzo di stagno ritrovato nei fondali del mare dalle sembianze animali – quelle di un pappagallo cenerino che sin dai tempi degli antichi egizi, dei greci e dei romani, pare fosse molto apprezzato per la sua capacità di parlare –   applicato o per meglio dire appollaiato su un ramoscello in attesa di offrire risposte inaspettate a chi sia in grado di fare silenzio dentro se stesso.

Misure: b 5 x h 30 cm – pappagallo 1,5 x 5 cm

Anno: 2013 (Collezione Privata)

Galleria Fotografica

Comments are closed.