Bio

CAt Borruso
Roma, 1978.
Vivo e lavoro a Milano dal 2001.
Dopo essermi diplomata al Liceo Classico ho proseguito gli studi allo IED scegliendo il corso di studi in advertising. L’ultimo anno del triennio mi sono trasferita a Milano e appena diplomata ho iniziato subito a lavorare come copywriter nel reparto creativo di multinazionali di pubblicità. Immersa nella creatività concettuale sentivo forte il  bisogno di dare concretezza alle mie idee, cosa che ho iniziato a fare attraverso l’arte, da sempre una mia grande passione. I primi artworks li ho realizzati con materiali di riciclo ma a differenza dell’arte del riciclo tradizionale, nelle mie opere la materia non veniva mai snaturata piuttosto elevata alla sua essenza più alta. Una forma artis che è presente anche nei miei lavori più recenti, installazioni/ sculture di arte sacra e mistica dove l’obiettivo è sempre quello di trascendere la natura materiale per toccare i piani dello spirito. Non è quindi un caso che in arte io abbia scelto di chiamarmi CAt: la cui T finale rappresenta una croce, che sempre mi accompagna durante la produzione e le esposizioni a cui dal 2013 partecipo con le mie opere.
  • 1998 – Diploma di maturità al Liceo Classico Nazareno – Roma
  • 2002 – Diploma di laurea in advertising con specializzazione in copywriting allo IED – Milano
  • 2002/ 2007  – Copywriter dipendente presso alcune multinazionali di pubblicità – Milano
  •  2005 – Partecipazione alle riprese e ai testi del documentario “Piccolo Fratello” – Nairobi – Kenya
  • 2006 /2012 – Copywriter freelance e produzione dei primi artworks
  • 2013 – Debutto in arte come CAt e partecipazione alla prima mostra collettiva
  • 2017 – Opere in permanenza al MAF – Museo Acqua Franca – presso il Depuratore di Milano Nosedo e il Depuratore di Milano San Rocco
  • 2018 –  Progetto in collaborazione con l’azienda Oikos per la Milano Design Week 2018 presentato al Giardino delle Culture – Fuori Salone di Milano
  • 2018 – Opere in permanenza all’Abbazia di Casoretto e all’Abbazia di Chiaravalle – Milano
Group shows:
  • Collettiva “Road to the Art” a cura di Federico Caloi – Idroscalo di Milano – Giugno 2013
  • Collettiva “Arte e Detenzione” (in collaborazione con l’Accademia di Brera e il Carcere di Bollate) – Idroscalo di Milano – Ferragosto 2013
  • “Biennale della Creatività” a cura di Serradifalco e con Vittorio Sgarbi– PalaExpo di Verona – Febbraio 2014
  • Collettiva “Leonardo incontra Canova” – Galleria l’Agostiniana – Piazza del Popolo, Roma – Aprile 2014
  • “Oscar of Contemporary arts” a cura di Guido Folco- Museo MIIT Torino – Maggio 2014
  • Mostra itinerante “Acqua, Aria, Terra e Fuoco” a cura dell’associazione Napoli Nostra- Centro d’arte San Vidal – Venezia – Luglio 2015
  • Arte Padova – Fiera di Padova – Novembre 2015
  • Collettiva “Naturarte”, percorsi artistici nel lodigiano a cura di Mario Quadraroli – Arsenale di Bertonico (Lodi) – Giugno 2017
  • Esposizione collettiva e opere permanenti presso in occasione della Milano Design Week 2018 in collaborazione con l’azienda Oikos – Giardino delle Culture, Via Morosini 8 – Milano
  • Collettiva “Umanità in Arte” organizzata dall’ass. Arte da Mangiare – Società Umanitaria di Milano – Maggio 2018
  • Doppia personale “L’Infinito Sensibile” con opere di CAt Borruso, Errico Teodorici e testo-pensiero di Vitaldo Conte a cura dei Beni Culturali di Novate – Antica Torre dell’Abbazia di Chiaravalle – Milano – Luglio 2018
 Special Project:
Press:
  • Annuario dedicato alla scultura “Protagonisti dell’arte 2014”  a cura di Paolo Levi – Giugno 2014
  • Pagina sulla rivista bimestrale “Italia Arte” diretta da Guido Folco – Aprile 2015
  • “Dizionario degli artisti italiani 2015” a cura di Alessandro Costanza – Ottobre 2015 – ISBN | 978-88-93211-39-0
  • “Correnti artistiche internazionali a confronto nel XXI secolo”, volume curato dal Prof. Rosario Pinto e archiviato presso la Biblioteca Thomas J. Watson del Metropolitan Museum di New York – Giugno 2018
Awards:
  • Oscar alla Creatività per l’installazione sensoriale Buon Viaggio rilasciato dal Museo MIIT di Torino nell’ambito del contest “Oscar of Contemporary Arts” – Maggio 2014
  • Menzione speciale per l’installazione In Anima Veritas rientrata tra le prime 10 opere finaliste nell’ambito del contest “Umanità in Arte”- Società Umanitaria di Milano – Aprile 2018